CONDIVIDI:

In questo secondo approfondimento delle nostre Pillole di Cyber Security, vi parleremo di un argomento che in questi ultimi anni si è ciclicamente riproposto come “tema caldo” in ambito informatico e, ancora oggi, è uno dei motivi per alzare ulteriormente la guardia in materia di sicurezza informatica: il ransomware.

Riferendosi agli effetti principali del suo operato sul bersaglio, questo virus informatico è stato battezzato con la diabolica progenie dei due termini inglesi “ransom”, che significa riscatto, e “malware” che , come noto, indica un software malevolo.

La traduzione italiana più letterale della anglofona crasi è “Software malevolo che chiede un riscatto”. Un fenomeno che, come si può vedere da questo grafico redatto da Kaspersky, colpisce in media 1 milione di utenti ogni anno, con un’incidenza di circa il 3% su tutte le minacce informatiche


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE