CONDIVIDI:

Amazon Prime Video si ispira all’arcirivale Netflix e presenta un piano di abbonamento “mobile only”: è quindi slegato dall’abbonamento Prime tradizionale e può essere sfruttato solo attraverso il proprio smartphone. Per il momento è disponibile solo in India e solo per i clienti prepagati dell’operatore Airtel, e ha prezzi molto aggressivi. Le fasce previste sono due:

  • 89 rupie al mese, pari a 1€: visualizzazione contenuti solo in SD, un solo utente in contemporanea, e un limite di 6 GB usati sulla piattaforma. Il “mese” corrisponde effettivamente a 28 giorni.
  • 299 rupie al mese, pari a 3,36€: stesse condizioni ma il limite di dati sale a 1,5 GB al giorno.

Proprio in India Netflix ha introdotto, circa due anni fa, un abbonamento per lo più analogo. Si è rivelata una strategia efficace anche in altri Paesi in via di sviluppo, in cui non è raro che ogni cliente abbia accesso alla Rete solo attraverso lo smartphone, ma l’India è uno dei mercati più allettanti di tutti, con oltre 600 milioni di utenti e pochi ancora che pagano abbonamenti ai servizi di streaming. Il potenziale di profitto, insomma, è molto ampio. I responsabili di Prime Video sottolineano che l’India è effettivamente uno dei mercati che crescono più velocemente, peraltro con un tasso di engagement molto elevato.

È lecito assumere che, se l’esperimento avrà successo, Amazon espanderà l’abbonamento “Mobile Only” ad altri operatori; e chissà, potrebbe anche decidere di esportarlo in altri mercati. Ma è meglio non farsi troppe illusioni: le chance che arrivi anche in un mercato ricco (almeno considerando l’intero pianeta) come il nostro sono molto esigue.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE