CONDIVIDI:

Periscope chiuderà i battenti nel 2021 e più precisamente durante il prossimo mese di marzo. Risultano dunque confermate le voci trapelate pochi giorni fa dopo che la sviluppatrice Jane Manchun Wong aveva scoperto degli indizi scavando nel codice sorgente dell’app di Twitter.

La decisione di chiudere il servizio è stata motivata in un lungo post sul forum ufficiale. Le principali cause che hanno spinto gli sviluppatori a staccare la spina sono fondamentalmente due e collegate tra loro: gli elevati costi di mantenimento associati ad un vero e proprio crollo di utilizzo da parte degli utenti che negli ultimi anni hanno letteralmente svuotato Periscope spostandosi su app concorrenti.

Innanzitutto, vogliamo essere trasparenti sul perché stiamo prendendo questa decisione, soprattutto per coloro che oggi sono utenti attivi e appassionati della nostra app. La verità è che l’app Periscope è in uno stato di manutenzione insostenibile, e lo è da un po’ di tempo. Negli ultimi due anni, abbiamo visto un calo di utilizzo e sappiamo che il costo per supportare l’app continuerà a salire nel tempo. Lasciarla nel suo stato attuale non va bene per l’attuale ed ex comunità di Periscope o per Twitter.

La maggior parte delle funzionalità di base di Periscope, continuano gli sviluppatori, saranno trasferite su Twitter, il social dei cinguettii che nel 2015 aveva deciso di investire per prima nella dirette video diventando di fatto uno dei precursori delle Live Streaming a cui ormai siamo abituati al giorno d’oggi.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE