CONDIVIDI:

Questa estate, quando Oppo Watch è arrivato in Italia, lo abbiamo subito provato e poi ve ne abbiamo parlato ancora poco tempo fa, a fine novembre, con uno speciale dedicato all’ecosistema del marchio cinese. In nessuno dei due casi, però, lo abbiamo testato con la nuova versione di WearOS, quel Fall Update che Google ha assicurato avrebbe migliorato drasticamente la reattività e l’autonomia degli smartwatch.

Risultato? A quanto pare, dai primi riscontri degli utenti che segnalano di aver ricevuto l’aggiornamento a Wear OS H-RM2, le promesse sono state tutte rispettate: le segnalazioni parlano di una batteria capace di durare due giorni, e di tanta velocità in più nella navigazione.

Mica male, ma le novità non si fermano qui: Oppo infatti ha colto l’occasione per introdurre una serie di nuove watchface, e ha incrementato in maniera sensibile l’accuratezza del monitoraggio del sonno. Una funzione presente fin dal lancio su Oppo Watch, ma stranamente limitata: permetteva infatti misurazioni solo tra le 20 e le 10. Per questo i pisolini pomeridiani o i ritmi sonno-veglia più sregolati non potevano essere registrati: ora però le cose sono cambiate, e dopo l’update sarà finalmente possibile fruire della feature in qualsiasi momento della giornata.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE