CONDIVIDI:

Sul Nest Hub Max di Google inizia ad arrivare il supporto alle videochiamate attraverso Zoom; per il momento si tratta di un’anteprima ed è disponibile in un numero limitato di mercati, prevalentemente quelli anglofoni – vale a dire USA, Canada, Regno Unito e Australia.

Google ha anche annunciato che i possessori del suo sistema di mesh networking wireless, che si chiama semplicemente Google o Nest Wi-Fi (a seconda della generazione), dovrebbe osservare un miglioramento della qualità video durante le videochiamate tramite Zoom oppure Google Meet: i router saranno più bravi a riconoscere i dati che corrispondono a flussi di chiamate video in entrata e in uscita e assegneranno loro la massima priorità.

Entrambe le novità non potrebbero arrivare in un momento migliore: con la pandemia di COVID-19 ancora dilagante, molte famiglie e gruppi di amici non potranno riunirsi e dovranno trascorrere le feste distanti. È lecito aspettarsi un picco di traffico durante queste festività, quindi più opzioni e maggiori ottimizzazioni faranno decisamente comodo. Facebook ha integrato Zoom nei suoi Portal un paio di mesi fa, mentre lato Amazon Echo Show ancora tutto tace. La speranza è che Google estenda la disponibilità del servizio in tutti i mercati in cui Nest Hub Max è disponibile all’acquisto. Vale la pena precisare che l’annuncio è relativo al solo Nest Hub Max, che da noi non è arrivato: non ci sono informazioni per Nest Hub “liscio”, che in Italia è acquistabile a un prezzo di listino di 90€.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE