CONDIVIDI:

Arrivano dalla Cina i primi taxi autonomi senza conducente Tecnoandroid

taxi autonomi senza conducenti AutoX

Lo sviluppo della guida autonoma nel settore automobilistico sta facendo grandi progressi e l’ultimo importante traguardo in questo ambito è avvenuto in Cina. Nello specifico, una start-up nota come AutoX ha distribuito e messo sulle strade di Shenzen dei veri e propri taxi autonomi senza conducenti.

 

Ecco i primi taxi autonomi senza conducente alla guida

Arrivano dalla Cina i primi taxi completamente autonomi e senza conducente alla guida. Come già accennato, la start-up AutoX ha messo sulle strade di Shenzen questi nuovi veicoli. Bisogna però sottolineare come al momento questi taxi stiano eseguendo una fase di test e verifiche. Per ora, infatti, questi veicoli prendono a bordo soltanto alcune persone che hanno aderito al programma di sperimentazione.

Si tratta comunque di taxi molto innovativi e diversi da quelli realizzati fino ad ora. Le vetture, che sono prevalentemente delle Fiat Chrysler Pacifica, sono in grado di effettuare tutte le manovre che si rendono necessarie durante la guida su strada. Riescono ad esempio a fermarsi di fronte alle strisce pedonali, a fermarsi davanti ai semafori, ecc. Oltre a questo, rispetto ad alcune navette autonome realizzate in precedenza, i nuovi taxi autonomi senza conducenti non dispongono di nessun accesso da remoto. Mancano infatti il driver di back up e gli operatori da remoto.

Jianxiong Xiao, ovvero il CEO della start-up AutoX, ha così commentato questo importante traguardo: “Dopo aver lavorato così duramente per così tanti anni, abbiamo finalmente raggiunto il punto che la tecnologia è abbastanza matura, che ci sentiamo sicuri da soli, per rimuovere davvero il guidatore della sicurezza”.

Arrivano dalla Cina i primi taxi autonomi senza conducente Tecnoandroid