CONDIVIDI:

Da venerdì scritto per la Ferrari è iniziata una nuova, importante sfida. Dopo circa due anni e mezzo dalla sua nomina, Louis Camilleri, amministratore delegato della Ferrari, ha rassegnato le sue dimissioni con effetto immediato lasciando anche il consiglio di amministrazione. Nel comunicato stampa della società del cavallino rampante si legge solo che la decisione è dovuta a “motivi personali”.

Si è quindi aperta la questione della successione, problema non facile da risolvere in tempi rapidi. Serve, infatti, una persona di alto profilo che non solo abbia le capacità di gestire un’azienda come la Ferrari con grandi ambizioni nel motorsport ma che sappia guardare anche al futuro e alla trasformazione della mobilità dei prossimi anni.

In attesa di trovare la persona giusta, John Elkann assumerà la carica di Amministratore Delegato ad interim ma nelle ultime ore stanno già iniziando a circolare alcuni nomi dei possibili candidati.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE