CONDIVIDI:

BNL, Unicredit, Sanpaolo: addio soldi sul conto con un SMS Tecnoandroid

BNL, Intesa, Unicredit

Purtroppo continua ad essere frequenti i tentativi di truffa legati ai conti correnti bancari. In queste settimane l’attenzione deve essere particolarmente alta per chi ha un conto con BNL, Unicredit ed Intesa Sanpaolo. Sono stati segnalati SMS fasulli (ed in alcuni casi, anche mail) da evitare nella maniera più assoluta.

 

BNL, Unicredit e Sanpaolo, l’SMS che mette in pericolo i propri risparmi

Le segnalazioni giunte anche ai tecnici per la sicurezza di BNL, Unicredit e Sanpaolo parlano di finti SMS che hanno come oggetto le nuove disposizioni continentali per i pagamenti online, le norme PSD2. Promuovendo un presunto cambiamento del contratto, i malintenzionati che promuovono questi SMS spingono i correntisti di BNL, Unicredit e Sanpaolo a cliccare su un link allegato.

La consolidata tecnica del phishing quindi torna ad essere cavalcata. L’obiettivo dei malintenzionati che si celano dietro questi messaggi è sempre la stessa: ottenere dati riservati degli utenti per rivendere poi questi a scopo pubblicitario.

In alcuni casi, però, i pericoli potrebbero essere anche superiori. I correntisti BNL, Unicredit, Sanpaolo, cliccando sul link di questi messaggi, si espongono ad esempio all’attivazione di servizi a pagamento sul proprio smartphone con conseguente azzeramento del credito TIM, Vodafone, WindTre.

Il secondo grande rischio riguarda invece i propri risparmi. Spesso, attraverso questi SMS, ai lettori vengono chieste anche le credenziali di accesso per l’home banking. Condividendo i dati di accesso a siti ed app di BNL, Unicredit e Sanpaolo, i cybercriminali avrebbero le chiavi virtuali del conto corrente nelle mani. I risparmi, in questo caso, sarebbero in pericolo

BNL, Unicredit, Sanpaolo: addio soldi sul conto con un SMS Tecnoandroid