CONDIVIDI:

Alphafold: l’AI che riesce a prevedere la forma delle proteine Tecnoandroid

Alphafold

L’intelligenza artificiale (AI) è una disciplina che afferisce all’informatica e che studia i fondamenti teorici, le metodologie e le tecniche che consentono la progettazione di sistemi hardware e software in grado di fornire all’elaboratore elettronico prestazioni che sembrerebbero essere di pertinenza esclusiva dell’intelligenza umana. Oggi esistono numerosi e diversi algoritmi di AI in grado di eseguire compiti davvero impensabili per la mente umana. In modo particolare, nel campo della biologia oggi arriva una grande novità: Alphafold, l’algoritmo di AI dell’azienda britannica DeepMind di Google.

Si tratta di un algoritmo di intelligenza artificiale che ha vinto una delle sfide più complesse della biologia: prevedere la struttura delle proteine. Si, parliamo di quelle molecole cruciali per la nostra stessa esistenza costituite da una sequenza lineare di aminoacidi che poi, nello spazio, acquisiscono strutture tridimensionali caratteristiche. Alphafold è riuscito a prevedere quale struttura acquisirà una proteina sulla base della sua sequenza amino-acidica.

Alphafold ha sbaragliato la concorrenza nella competizione internazionale Casp. Il suo successo apre la porta a nuovi scenari per la ricerca in campo biotech. Infatti, con Alphafold gli scienziati promettono di velocizzare lo sviluppo di nuovi farmaci oltre che di enzimi utili per lo smaltimento dei rifiuti e la produzione di biocarburanti. Alphafold, nella sua nuova versione, ha ricevuto un “addestramento” davvero esemplare. Infatti ha studiato tutte le 170.000 strutture proteiche note e ha prodotto poi previsioni corrette, ottenendo un punteggio medio di 92.4 su 100. Numeri davvero impressionanti. Alphafold ha inoltre risolto le strutture di proteine proprie della membrana cellulare. Proteine queste cruciali per diverse malattie umane e che risultano difficili da studiare con le tecniche oggi disponibili.

Alphafold: l’AI che riesce a prevedere la forma delle proteine Tecnoandroid