CONDIVIDI:

Sui sistemi Windows 10 con processori ad architettura ARM (come il Microsoft Surface Pro X) inizia ad arrivare l’emulazione delle app x64: per ora è accessibile solo a coloro che aderiscono al programma Insider. Tutto ciò è possibile grazie alla nuova build nel Dev Channel, la 21277, che rappresenta anche il ritorno al ramo di sviluppo RS_PRERELEASE. Non è disponibile automaticamente a tutti gli utenti registrati in questo canale: bisogna dirigersi manualmente su Windows Update e cercare aggiornamenti. Una volta installata questa build, non sarà più possibile rientrare nel ramo di sviluppo FE_RELEASE, da cui Microsoft stava fornendo build da un paio di mesi. Al momento il piano è di riportare tutti su RS_PRERELEASE “dopo le vacanze”.

Microsoft aveva detto che il passaggio a FE_RELEASE le serviva per testare alcuni strumenti di sviluppo interni; questa operazione aveva comportato la temporanea eliminazione di alcune funzionalità, come il nuovo pannello di immissione Emoji, la tastiera virtuale rinnovata, la digitazione vocale e gli splash screen di avvio delle app sincronizzati al tema di sistema. Con questa build le funzioni tornano, anche se rimangono disponibili a un sottoinsieme di Insider in modo tale da permettere a Microsoft di ottenere dati telemetrici comparativi.

Tra le altre novità, Microsoft indica il supporto agli Emoji 12.1 e 13.0, che nel complesso significa oltre 200 nuove espressioni, immagini e gesti (tra cui “il nostro”); è stato anche introdotto un nuovo stile gender neutral e sono state ridisegnate alcune delle icone già parte della libreria in modo da essere più conformi a quelle implementate da altre piattaforme. Infine, Microsoft ha migliorato il sistema di ricerca integrato.


Le massime prestazioni al miglior prezzo? Realme X50 Pro è in offerta oggi su a 558 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE