CONDIVIDI:

Anticentro Via Lattea: i dati di Gaia da oltre 1,8 miliardi di stelle Tecnoandroid

Il movimento delle stelle alla periferia della nostra galassia suggerisce cambiamenti significativi nella storia della Via Lattea. Questo e altri risultati altrettanto affascinanti provengono da una serie di documenti che dimostrano la qualità del Gaia Early Third Data Release (EDR3) dell’ESA.

Il moto stellare di Gaia per i prossimi 400 mila anni.

Gli astronomi del Gaia Data Processing and Analysis Consortium (DPAC) hanno visto le prove del passato della Via Lattea guardando le stelle nella direzione del “anti-centro” della galassia. Questo è esattamente nella direzione opposta nel cielo dal centro della galassia. I risultati sull’anticentro provengono da uno dei quattro “documenti dimostrativi” rilasciati insieme ai dati Gaia.

Gli altri utilizzano i dati di Gaia per fornire un’enorme estensione al censimento delle stelle vicine, derivare la forma dell’orbita del Sistema Solare attorno al centro della galassia e sondare le strutture in due galassie vicine alla Via Lattea. I documenti sono progettati per evidenziare i miglioramenti e la qualità dei dati appena pubblicati.Gaia EDR3 contiene informazioni dettagliate su oltre 1,8 miliardi di fonti, rilevate dalla sonda Gaia.

Ciò rappresenta un aumento di oltre 100 milioni di fonti rispetto al precedente rilascio di dati (Gaia DR2), che è stato reso pubblico nell’aprile 2018. Gaia EDR3 contiene anche informazioni sui colori per circa 1,5 miliardi di fonti, un aumento di circa 200 milioni di fonti rispetto a Gaia DR2 . Oltre a includere più fonti, l’ accuratezza generale e la precisione delle misurazioni sono migliorate.

“I nuovi dati Gaia promettono di essere un tesoro per gli astronomi”, afferma Jos de Bruijne, Deputy Project Scientist dell’ESA.

I nuovi dati di Gaia hanno permesso agli astronomi di tracciare le varie popolazioni di stelle più vecchie e più giovani verso i confini della nostra galassia – l’anticentro galattico. I modelli di computer hanno predetto che il disco della Via Lattea diventerà più grande con il tempo man mano che nasceranno nuove stelle.

I nuovi dati ci consentono di vedere le reliquie dell’antico disco di 10 miliardi di anni e quindi di determinare la sua estensione minore rispetto alle dimensioni attuali del disco della Via Lattea, inoltre rafforzano anche le prove di un altro evento importante nel passato più recente della galassia.

Anticentro Via Lattea: i dati di Gaia da oltre 1,8 miliardi di stelle Tecnoandroid