CONDIVIDI:

A metà novembre, OPPO ha stupito tutti svelando X 2021, prototipo di uno smartphone con lo schermo estendibile: una soluzione che avevamo visto per la prima volta su un concept TCL a marzo, ma che in questo caso sembrava molto più matura.

A quanto pare, sta per tornare un’epoca di form factor diversi e originali, dopo qualche anno di stagnamento e lotta al notch e alla cornice più sottile: ai pieghevoli si affiancheranno, prima o poi, anche questi nuovi dispositivi col display che si “srotola”, tipo papiro. E il brevetto di Xiaomi che analizziamo oggi (depositato presso l’USPTO il 31 ottobre 2019 e registrato il 29 ottobre 2020) descrive proprio un dispositivo che fa tutt’e due le cose: si allunga e si piega.

I bozzetti contenuti nel documento non lasciano spazio a dubbi: si tratta di uno smartphone con display che si estende, e neanche poco. La superficie del pannello infatti viene triplicata. Come? Grazie alla porzione di schermo che si piega e occupa il retro del terminale, e che però una volta “srotolato” può essere richiamata frontalmente.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE