CONDIVIDI:

Covid, tre vaccini in arrivo ma c’è già il rischio di un attacco hacker Tecnoandroid

covid

La vera grande novità di questo fine 2020, in prospettiva per il nuovo anno, è l’arrivo dei vaccini contro il Covid. Nelle scorse settimane sono emersi i primi risultati dei test di fase tre per tre potenziali vaccini. I farmaci prodotti da Pfizer, Moderna ed Astrazeneca sono ben tollerati dagli uomini che si sono sottoposti alla sperimentazione e garantiscono immunità sino al 90% contro il virus. Insomma, una vera e propria luca in fondo al tunnel.

 

Vaccino Covid, pronta la battaglia contro hacker e spie

Il prossimo passo sarà l’approvazione degli enti regolatori. A partire dal prossimo 29 Dicembre, l’EMA darà l’autorizzazione ai primi vaccini. In ordine di tempo, la prima autorizzazione al commercio sarà per il vaccino anti Covid di Pfizer. Seguiranno poi, nel caso di esito positivo per la review, Moderna ed Astrazeneca. La speranza inoltre è che oltre a questi tre vaccini già pronti se ne possano aggiungere altri nei prossimi mesi.

In tutto il mondo è pronta a partire la più grande campagna vaccinale della storia. L’obiettivo è quello di garantire l’immunità di gregge contro il Covid, rendendo difatti il virus innocuo.

Già in queste ore, le varie nazioni stanno predisponendo i masterplan per la logistica e lo stoccaggio del vaccino. Un ruolo fondamentale sarà quello della sicurezza cibernetica. Già nelle ultime settimane sono emerse alcune possibili minacce. I sieri anti Covid ed i relativi dati sono infatti nel mirino degli hacker. Particolari interferenze sarebbero già segnalate da cybercriminali legati a Russia, Cina e Corea del Nord.

In Italia, i servizi di intelligence saranno in prima linea per garantire sicurezza e trasparenza a tutti i cittadini che si sottoporranno a vaccinazione.

Covid, tre vaccini in arrivo ma c’è già il rischio di un attacco hacker Tecnoandroid