CONDIVIDI:

Gundam è realtà: in Giappone il robot gigante ha mosso i primi passi Tecnoandroid

gundamIl 19 dicembre verrà presentato il mega Gundam costruito per l’anniversario della nascita del celebre manga giapponese. Il celebre franchiste nasce nel 1979 dalla mano di Yoshiyuki Tomino e Hajime Yatate; l’opera si inserisce nel filone dei mecha di cui fanno parte anche opere come Mazinga e Goldrake. L’origine di questo filone risale agli anni 50 quando contestualmente allo sviluppo del settore meccanico iniziato alla fine dell’occupazione USA.

La serie Gundam è tra le più famose mai sviluppate grazie al successo raggiunto negli anni ’80. Dall’opera principale sono nati, nel corso degli anni, tantissimi Spin Off e OAV (Original Animated Video). Un successo che ha raggiunto i nostri giorni come dimostrano le celebrazioni per il 40° anniversario per la prima messa in onda dell’anime.

Gundam: non una semplice statua

 

Quella creata nel porto di Yokohama, nei pressi di Tokyo, non è però una semplice ricostruzione in scala 1:1. Il gigantesco Gundam infatti è in grado di muovere sia braccia che dita e addirittura camminare come dimostrato durante la presentazione in anteprima organizzata per i media. Questo piccolo, sarebbe meglio dire grande, capolavoro nerd sarà esposto a partire dal 19 dicembre 2020 fino al 31 marzo 2022 per la gioia di tutti gli appassionati.

Il Gundam inoltre offrirà un esperienza che ne simula il controllo grazie alle telecamere poste sul robot. Ancora una volta i giapponesi riescono a stupire il mondo intero grazie alle loro creazioni tanto sui generis quanto incredibilmente accattivanti, non resta a questo punto che attendere l’inaugurazione ufficiale per vedere finalmente prendere vita quella che ad oggi è la cosa più simile ai robot che guardavamo in tv durante la mostra infanzia.

Gundam è realtà: in Giappone il robot gigante ha mosso i primi passi Tecnoandroid