CONDIVIDI:

Come ogni anno è arrivato il momento del Tech Summit, dove Qualcomm ha ufficialmente annunciato il nuovo SoC top di gamma Snapdragon 888 5G e la roadmap per il prossimo futuro. Il chipmaker di San Diego è tra i leader indiscussi del mercato mobile e si appresta a chiudere un 2020 pieno di successi professionali, con molti dei suoi articoli di punta che ormai affollano il mercato consumer grazie anche alla spinta del 5G.

Si parlerà tanto delle reti di quinta generazione, ormai una realtà in alcuni paesi del mondo e anche in Italia, dove continua lo spiegamento delle infrastrutture da parte dei principali operatori TIM, Vodafone e Wind Tre. Ma Qualcomm vuole metter l’accento anche sull’Intelligenza artificiale (AI), sul gaming, divenuto ormai sempre più centrale nel mobile, e sull’elaborazione dei contenuti multimediali (foto e video). Vediamo quali sono questi passi in avanti conoscendo un po’ da più vicino la nuova piattaforma.

SALTO IN AVANTI CON I 5 NANOMETRI

Come atteso è arrivata un ulteriore miniaturizzazione degli elementi, presupposto fondamentale per includere sempre più componenti e transistors all’interno di piccolissimi chip, senza creare degli scompensi energetici. Si parla così di performance maggiorate del 25% per i core Kryo 680 e frequenze massime fino a 2.84GHz, poco meno di quanto offerto sulla precedente piattaforma SD865+ sul Prime Core (fino a 3,1GHz).


Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Interteria a 638 euro oppure da ePrice a 694 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE