CONDIVIDI:

Truffe bancarie: utenti Sanpaolo, BNL, Unicredit presi di mira Tecnoandroid

truffe

Purtroppo, negli ultimi anni il web è stato letteralmente preso di mira da numerosi hacker e truffatori. Il loro scopo è quello di rubare, attraverso vari tentativi di truffa, i dati più personali e sensibili degli utenti. Le vittime che negli ultimi mesi sono state più colpite sono i clienti degli Istituti bancari di prim’ordine in Italia, come Intesa Sanpaolo, BNL e Unicredit. Andiamo a vedere nel dettaglio come vengono eseguite queste truffe e, di conseguenza, come poterci difendere efficacemente.

Truffe Sanpaolo, Unicredit e BNL: come evitarle

Come si può facilmente immaginare, un gran numero di truffe bancarie attualmente in circolo sono basate sul phishing. La tecnica di cui vi stiamo parlando è subdola ed efficace e miete più vittime di quanto possiamo pensare. Ma dunque, come funziona? Viene inviato un messaggio di posta fittizio che riguarda dei presunti blocchi del conto. Questi messaggi vengono scritti appositamente dai malfattori, che si fingono di rappresentare l’Istituto bancario di cui fate parte. Il loro intento è quello di farvi cliccare sul link fasullo che è presente nel messaggio.

Dopo aver fatto ciò, si può dire che la truffa è davvero cominciata. Infatti, dopo aver cliccato sul link, verrete riportati ad un portale falso della vostra banca, curato davvero in ogni particolare. L’unica differenza è che, nel momento in cui inserite i dati, questi ultimi vengono visti in chiaro dai malfattori stessi, i quali ne vengono a conoscenza automaticamente.

Come difendersi da questi attacchi? La cosa principale è conoscere ciò che sta accadendo: individuare i messaggi e cancellarli immediatamente. Le banche non invieranno mai messaggi di questo tipo, dunque, appena li vedete, ignorateli o cancellateli subito.

Truffe bancarie: utenti Sanpaolo, BNL, Unicredit presi di mira Tecnoandroid