CONDIVIDI:

Tra le varie funzionalità di PlayStation 5, la nuova console di casa Sony, troviamo le schede dedicate alle Attività, una serie di tab che permettono di saltare direttamente all’interno di sezioni di gioco ben precise. Ve ne abbiamo parlato anche in sede di recensione.

Si tratta senza dubbio di una novità molto interessante, resa possibile dalle potenzialità del SSD. Ma come mai Sony ha valutato l’inclusione di questa funzione? La risposta ci arriva da una presentazione ottenuta da Vice, dalla quale emerge lo studio svolto dall’azienda giapponese prima di arrivare a concepire l’inserimento delle schede Attività.

Stando a quanto emerge, l’analisi svolta si è concentrata sul rapporto che i giocatori hanno con i titoli single player. Questi, benché siano molto amati – Sony li definisce come estremamente prosperi – presentano delle criticità che potrebbero creare problemi ai giocatori meno smaliziati, specialmente a quelli che non hanno molto tempo da investire. I principali punti deboli di queste produzioni, infatti, sono:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE