CONDIVIDI:

Ad inizio mese abbiamo riportato i primi rumor riguardo il fatto che Sony San Diego – uno dei team first party dei PlayStation Studios – potesse aver dato il via ad una campagna di reclutamento volta a raccogliere un vasto numero di talenti per avviare i lavori su Uncharted 5, il primo capitolo dedicato alla nuova PlayStation 5 che dovrebbe approfondire il passato di Victor Sullivan, storica spalla di Nathan Drake.

Le indiscrezioni non avevano alcun carattere d’ufficialità, in quanto Sony non ha mai svelato i suoi piani per la divisione, al punto che le recenti dimissioni di John Bautista – uno dei designer del team di San Diego – avevano sollevato qualche dubbio sull’operazione descritta in precedenza, suggerendo che in realtà non ci fosse alcun progetto importante in cantiere e che il team potesse addirittura essere in fase di chiusura.

L’insistente martellamento mediatico causato dalla mossa di Bautista, comunicata lo scorso 12 novembre con un tweet in cui annunciava il suo ultimo giorno di lavoro presso Sony San Diego, ha portato il game designer a pubblicare un nuovo messaggio nelle ultime ore, in cui rassicura che il suo abbandono è motivato da scelte personali e che, per quanto ne sappia lui, il team di San Diego è ancora al suo posto e il progetto segreto sta continuando il suo percorso.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE