CONDIVIDI:

Contatori Modificati: come risparmiano gli Italiani evitando la truffa Tecnoandroid

Contatori

Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad un miglioramento delle misure di sicurezza adottate dalle società elettriche, al fine di contrastare la diffusione della tanto discussa truffa dei contatori modificati. Ad oggi, di fatto, sono migliaia i consumatori Italiani che, pur di risparmiare decine di euro ogni mese, cercano di manomettere i propri contatori casalinghi attraverso l’ausilio di semplici oggetti come magneti e punzonatori. Trattandosi di una pratica del tutto illegale, bisogna ricordare che, i più furbetti, rischiano dai sei mesi ai tre anni di reclusione e ben 1032 euro di multa.

Grazie ai recenti incentivi introdotti dal nostro Governo, è però possibile risparmiare evitando metodi illegali. Riscattando il Bonus Luce e Gas, le famiglie Italiane possono infatti richiedere fino a 200 euro di sconto in bolletta. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Contatori Modificati: ecco come risparmiare evitando la truffa

Risparmiare sulle utenze mensili evitando le truffe è finalmente possibile. Attraverso la piattaforma ufficiale di ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, gli Italiani possono infatti richiedere il tanto atteso Bonus Luce e Gas. Effettuare la richiesta è molto facile; basterà infatti collegarsi al sito web, scorrere fino alla sezione dedicata e scaricare gli appositi moduli di richiesta. Vediamo quindi di seguito i requisiti da rispettare per poter ottenere gli sconti.

Bonus Gas

Per ottenere il Bonus Gas, i requisiti da rispettare sono i seguenti:

  1. nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. famiglia con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;
  4. misuratore gas di classe non superiore a G6 (la classe del misuratore è collegata alla quantità di gas che può essere trasportata in un punto di fornitura e distingue le utenza domestiche da quelle di tipo industriale o commerciale. Questo parametro viene verificato dal distributore).

Bonus Luce

Per richiedere invece il Bonus Luce bisognerà rispettare questi requisiti:

  1. appartenenza ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza

Inoltre, nel caso in cui i requisiti siano rispettati, i consumatori potranno accedere ai seguenti sconti:

  • Numerosità familiare 1-2 componenti: € 125
  • famiglie da 3-4 componenti: € 148
  • nuclei familiari con oltre 4 componenti: € 173

Contatori Modificati: come risparmiano gli Italiani evitando la truffa Tecnoandroid