CONDIVIDI:

Artura, questo è il nome scelto dalla McLaren per la sua futura supercar ibrida Plug-in. Sino ad ora questo modello era noto solamente con la sigla HPH, cioè High Performance Hybrid. Si tratta di un’auto particolarmente sofisticata che porterà al debutto diverse novità dal punto di vista tecnico, frutto dell’esperienza accumulata in questi ultimi anni dal costruttore inglese con i suoi primi modelli elettrificati.

McLaren Artura sarà il risultato di un progetto tutto nuovo e disporrà di un inedito motore a benzina V6 progettato appositamente per essere abbinato ad un sistema ibrido Plug-in. Non sono noti i dettagli di questa unità ma il costruttore inglese sottolinea che le prestazioni saranno del tutto simili a quelle offerte dai suoi attuali V8. Sarà interessante scoprire anche l’autonomia in modalità solo elettrica visto che McLaren sottolinea che la sua futura supercar Plug-in potrà viaggiare ad emissioni zero durante gli spostamenti all’interno dei centri urbani.

McLaren Artura poggerà, inoltre, su di una nuova piattaforma espressamente progettata per i modelli elettrificati. Inoltre, adotterà un nuovo telaio in fibra di carbonio. Il costruttore inglese ha poi lavorato molto sulla riduzione del peso per compensare l’incremento di peso dovuto alla presenza del sistema ibrido. Il tutto per garantire un’esperienza di guida in linea con la sua tradizione.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE