CONDIVIDI:

Panasonic è particolarmente attiva nel settore delle auto elettriche, e come tutti ben sanno è uno dei principali partner di Tesla per la produzione di celle per le batterie delle auto del costruttore americano. L’azienda giapponese sembra intenzionata ad ampliare le sue attività in questo settore e starebbe valutando la possibilità di aprire una fabbrica per la produzione di celle in Europa e precisamente in Norvegia, un Paese particolarmente attento allo sviluppo della mobilità elettrica.

Panasonic ha firmato un accordo con la compagnia petrolifera Equinor e il gruppo industriale Hydro (produttore di alluminio) per realizzare uno studio di fattibilità e valutare la possibilità di aprire una fabbrica per la produzione delle celle per le batterie delle auto elettriche e anche per le soluzioni di accumulo. Le società presenteranno il loro piano ai costruttori europei, ai potenziali clienti e alle autorità della Norvegia e del resto dell’Europa entro la metà del 2021. Successivamente, si dovrebbe passare alla fase operativa del progetto se ce ne saranno le condizioni.

A quanto si apprende, la fabbrica utilizzerebbe le tecnologie sino ad ora sviluppate da Panasonic per produrre le celle delle batterie. Il sito produttivo punterà a fornire le celle ai costruttori europei e non solo. Infatti, un portavoce dell’azienda giapponese si è lasciato scappare che la fabbrica potrebbe produrre le celle per le batterie che Tesla implementerà sulle sue auto elettriche che produrrà all’interno della Gigafactory di Berlino che dovrebbe entrare in funzione nel corso dell’estate del 2021.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE