CONDIVIDI:

D1 è un’auto elettrica pensata esplicitamente per il ride-hailing, nata dalla collaborazione tra Didi Chuxing, colosso del ride-hailing con oltre 550 milioni di passeggeri registrati (31 milioni di autisti) e BYD. Le caratteristiche tecniche di questa vettura sono interessanti ma quello che colpisce è il design. Guadandola, infatti, si nota una certa somiglianza con la Volkswagen ID.3. Estetica a parte, l’auto è stata progettata con alcune soluzioni pensate appositamente per il suo utilizzo tipo. Lunga 4.390 mm, dispone di portiere posteriori scorrevoli per agevolare l’entrata dei passeggeri.

OLTRE 400 KM DI AUTONOMIA

Dentro c’è spazio per 5 persone e l’abitacolo si caratterizza per la presenza di tanta tecnologia. Oltre al display centrale dell’infotainment da cui è possibile accedere anche alla gestione del servizio di ride-hailing, il costruttore ha collocato dietro i sedili anteriori due display. In questo modo, chi si trova nella seconda fila potrà accedere ad una serie di informazioni. Gli autisti potranno accettare le corse direttamente attraverso l’infotainment.

La strumentazione è presente all’interno di un piccolo schermo dietro il volante. Il design degli interni è comunque molto minimal ma non spartano. La D1 dispone di un singolo motore elettrico in grado di erogare 136 CV (100 kW). L’autonomia, secondo il vecchio e poco affidabile ciclo NEDC, arriva sino a 418 Km. Questo significa che la percorrenza reale potrebbe attestarsi sui 320/350 Km.


Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 238 euro oppure da Amazon a 286 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE