CONDIVIDI:

World of Warcraft Classic: è in arrivo l’ultimo raid della storia Tecnoandroid

world-of-warcraft-classic-

world-of-warcraft-classic-

In World of Warcraft Classic, il rilascio di Naxxramas sarà presto l’ultimo importante aggiornamento dei contenuti. Nella necropoli combatterai contro il Lich Kel’Thuzad, il più potente degli ufficiali del Re dei Lich. Come annunciato dallo sviluppatore, ora puoi prepararti per il prossimo raid e ottenere l’accesso necessario.

Perché Naxxramas è speciale? Naxxramas è l’ultimo raid apparso nel giugno 2006 prima del rilascio dell’add-on Burning Crusade e quindi anche l’ultima istanza per 40 giocatori. Ciò significa che anche World of Warcraft Classic dovrebbe finire qui. Finora, lo sviluppatore non ha ancora annunciato come procederà successivamente la versione Classic.

World of Warcraft Classic: cosa c’è dopo ?

Puoi cimentarti nel raid dal 3 dicembre 2020. Come ai tempi della patch 1.11, combatti attraverso quattro diverse aree, prima di affrontare il drago non morto Saphiron e infine sconfiggere personalmente Kel’Thuzad in battaglia. Per affrontare il raid, non solo hai bisogno di un buon equipaggiamento, ma devi prima sbloccare l’accesso ad esso. Puoi farlo ora, prima che Naxxramas apra ufficialmente le sue porte.

Per ottenere la necessaria autorizzazione, devi aver raggiunto almeno la reputazione di “Benevolo” con l’Argent Dawn. Quindi puoi parlare con l’Arcimago Angela Dosantos della Confraternita della Luce. Da lei ricevi un compito che ti dà accesso a Naxxramas. Più sei rispettato, meno materiale devi spendere per completare la missione.

La versione classica di World of Warcraft sarà completa, almeno per il momento. World of Warcraft è ancora molto attivo a 16 anni dalla sua pubblicazione e, di recente, ha anche ottenuto nuovi contenuti. Il rilascio del componente aggiuntivo Shadowlands sarà presto disponibile. Il pre-evento è attualmente in corso e sta già offrendo un primo colpo di scena.

World of Warcraft Classic: è in arrivo l’ultimo raid della storia Tecnoandroid