CONDIVIDI:

Scandalo per alcune app: dati venduti alle compagnie militari Tecnoandroid

Un gruppo di app – tra cui una per la preghiera, una per appuntamenti, una per il monitoraggio del meteo e tante altre – è stato utilizzato per raccogliere dati successivamente venduti alle compagnie militari negli Stati Uniti.

I dati sono stati raccolti attraverso la società X-Mode, secondo il rapporto di Motherboard. La società incoraggia gli sviluppatori delle app a utilizzare il codice di sviluppo software (SDK) nei loro prodotti, che quindi raccoglie i dati sulla posizione degli utenti e li invia a X-Mode. In cambio, per 50.000 utenti attivi al giorno ogni sviluppatore guadagna 1.500 dollari.

Durante un’indagine simultanea da parte del senatore Ron Wyden, X-Mode avrebbe rimosso alcuni nomi di società dalla pagina Trusted Partners. “X-Mode concede in licenza il suo pannello dati a un numero limitato di società tecnologiche che potrebbero lavorare con i servizi militari dello Stato. Il nostro lavoro con tali appaltatori è internazionale e si concentra principalmente su tre casi d’uso: antiterrorismo, sicurezza informatica e previsione del futuro dopo il COVID-19″, dichiara l’azienda.

X-Mode e gli accordi segreti con le compagnie militari negli Stati Uniti: a rischio la privacy di alcune app

L’SDK di X-Mode è attualmente in circa 400 app. Tra cui Muslim Pro, l’app di appuntamenti Muslim Mingle, l’app per contapassi “Accupedo”. Inoltre, l’app “CPlus for Craigslist”, “Bubble level”, Storms e una per il meteo. La maggior parte degli sviluppatori delle suddette app dichiarano di essere a conoscenza di ogni dettaglio del proprio contratto con X-Mode. Tuttavia, non sanno nulla di questi accordi segreti. Altre aziende preferiscono non rilasciare dichiarazioni.

La politica di X-Mode afferma che la società potrebbe utilizzare i dati sulla posizione “per la prevenzione e la ricerca delle malattie, la sicurezza, la lotta alla criminalità e le forze dell’ordine”. Le app in seguito ai rapporti di Motherboard hanno apportato modifiche per aggiungere una casella di consenso per l’attivazione di tale procedura. Oltre a ottenere informazioni tramite società come X-Mode, le forze armate statunitensi – in particolare il Comando delle operazioni speciali degli Stati Uniti (USSOCOM) – ha anche l’accesso a Locate X.

Locate X è un prodotto di localizzazione dei dati di una società chiamata Babel Street. Questo prodotto offre agli utenti la possibilità di disegnare un percorso su una mappa, vedere tutti i dispositivi per cui Babel Street ha informazioni all’interno di quella posizione e seguire un dispositivo specifico. Sebbene i dati di Locate X siano anonimi, Motherboard ha espresso le sue perplessità.

Scandalo per alcune app: dati venduti alle compagnie militari Tecnoandroid