CONDIVIDI:

Secondo la stampa inglese, il famoso marchio di moto BSA starebbe per “risorgere”. A quanto riferisce The Guardian, il miliardario Anand Mahindra, presidente del Gruppo Mahindra, starebbe pensando non solo di rilanciare lo storico marchio motociclistico ma di usarlo per portare sul mercato moto elettriche. Il progetto è piuttosto ambizioso: Mahindra ha già acquistato i diritti sul marchio inglese e, adesso, si sta apprestando a realizzare una struttura di ricerca a Banbury per sviluppare la tecnologia delle moto elettriche.

Si starebbe poi cercando un sito dove poter costruire la fabbrica in cui assemblare le future moto anche se la speranza sarebbe di trovarlo vicino alla sede originale di Small Health. La produzione dovrebbe partire già dal prossimo anno. Non ci saranno, comunque, solo modelli elettrici: il progetto prevede anche la realizzazione di moto “tradizionali” con motori endotermici che saranno le prime a debuttare. Non ci sono dettagli su che tipo di motociclette saranno progettate e prodotte ma i prezzi, almeno per i modelli con motore endotermico, si aggireranno tra le 5.000 sterline (5.600 euro) e le 10.000 sterline (11.150 euro).

La scelta di produrre le moto in Inghilterra è stata presa per mantenere l’autenticità del marchio. Il progetto che porterà BSA a produrre moto elettriche è piaciuto molto al Governo inglese che ha deciso di stanziare 4,6 milioni di sterline (5,1 milioni di euro) con l’auspicio che si possa arrivare a creare almeno 255 nuovi posti di lavoro. Sarà quindi interessante scoprire come evolverà il progetto e soprattutto che modelli saranno prodotti.


Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 238 euro oppure da Amazon a 285 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE