CONDIVIDI:

Pixel 5 è stato sottoposto a teardown: no, questa volta non è JerryRigEverything l’autore (ma non tarderà ad arrivare), ma il portale PBKreviews che già in passato ci ha permesso di osservare diversi dispositivi da una diversa prospettiva: quella interna (per citarne un paio: Galaxy Z Flip a febbraio, P40 Lite ad aprile).

Si parte dalla solita “lotta” con colla e viti. Attenzione, però, è necessario soffermarsi su questo aspetto. Ricordate gli esemplari che presentavano una scarsa aderenza del display alla scocca? Ecco (in parte) spiegato il motivo: Google ha usato della colla che non in tutti i punti evidentemente riesce nel suo intento (in alcuni esemplari), fatto che evidentemente a Mountain View già avevano messo in preventivo aggiungendo alla colla stessa alcune viti. Per ora non ci sono conferme ufficiali su questo aspetto, bisognerà attendere altre valutazioni e, ancor, meglio, una risposta da parte di Google.

Proseguendo con il teardown si entra nel cuore del dispositivo con lo speaker integrato sotto il display, la batteria e le fotocamere posteriori, queste ultime protette da un foglio di grafite per facilitare la dispersione del calore. Sotto un ulteriore foglio di grafite è nascosto poi un taglio dove è ospitato il componente per la ricarica wireless. Per tutti gli altri dettagli vi lasciamo al video completo:

Google Pixel 5 è disponibile online da HWONLINE a 728 euro.

(aggiornamento del 02 November 2020, ore 02:33)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE