CONDIVIDI:

Apple Watch 6, l’ultimissima versione dello smartwatch di Cupertino – o, meglio, la sua declinazione premium (già perché da quest’anno, c’è anche una seconda versione più economica del prodotto, la SE) – è un prodotto stilisticamente identico al suo predecessore ma con l’aggiunta di alcune piccole e grandi migliorie sotto la cassa.

Da segnalare c’è innanzitutto l’arrivo del saturimetro, un add-on che si inserisce nel filone di tutte quelle funzionalità pensate per fornirci informazioni, ma sarebbe più opportuno definirle indicazioni, sul nostro stato di salute; c’è poi l’aggiornamento del chipset, o meglio del System In Package, quello del display always-on e l’arrivo di un altimetro in tempo reale.

Queste novità, in combinazione con l’ultimo aggiornamento del sistema operativo (Watch OS 7, disponibile anche per le versioni più datate dello smartwatch) fanno di questa Serie 6 un prodotto sicuramente più evoluto. Già ma quanto?


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE