CONDIVIDI:

Truffe: nuova ondata in arrivo verso clienti Unicredit, Sanpaolo e BNL Tecnoandroid

truffe onlineI dati statistici sul numero di attacchi informatici andati a segno nel 2020 con il metodo del phishing non accennano a sminuirsi. Rispetto al 2019 il numero di aggressioni digitali è cresciuto andando contro i clienti Unicredit, Sanpaolo, BNL ed altre banche.

Nonostante gli alert lanciati con le varie campagne di segnalazione sono sempre tante le persone che cadono nella rete dell’inganno. Ci rimettono soldi, tempo e fiducia dopo le truffe dei messaggi ingannevoli che continuano ad arrivare nella Posta in Entrata. Ecco come difendersi.

 

Phishing: truffe in crescita contro i clienti delle banche

Il centralino della Polizia Postale viene intasato da notifiche circa il prelievo indebito di denaro dai propri conti correnti e dalle carte di credito. I clienti cadono nella paura e nel terrore indotto dalle fake news che proliferano nelle comunicazioni in arrivo. Spesso si presentano con la scusa di un cambio policy, un alert per accesso esterno indesiderato al conto o promozioni speciali riservate.

In tutti i casi parlare di truffe bancarie è davvero il minimo. La struttura delle email sembra credibile. Apposti loghi, riferimenti ad ipotetiche partite IVA e toni autorevoli non fanno sospettare nulla. Ultimamente gli hacker si sono perfezionati anche dal punto di vista linguistico riducendo al minimo gli errori grammaticali che possono destare sospetti.

A ragione di ciò si consiglia massima attenzione nel rispetto di quelli che sono i suggerimenti essenziali conferiti dalle autorità competenti:

  • esamina il contenuto del messaggio ed eventuali link in allegato
  • chiedi informazioni al proprio istituto tramite il Call Center gratuito
  • avverti la autorità aprendo un form apposito di segnalazione
  • inserisci il contatto nella Lista Nera
  • elimina perentoriamente la comunicazione in entrata
  • ripulisci il dispositivo con un apposito software antivirus

Rispettando questi criteri e contando il fatto che le banche non comunicano mezzo mail puoi stare al sicuro. In caso contrario devi chiudere il conto e bloccare tutto prima che possa essere troppo tardi.

Truffe: nuova ondata in arrivo verso clienti Unicredit, Sanpaolo e BNL Tecnoandroid