Asus ZenFone 5: cosa è cambiato dopo 6 mesi? Riprova

CONDIVIDI:

Asus ZenFone 5: cosa è cambiato dopo 6 mesi? Riprova

ASUS ha fatto un bel passo in avanti quest’anno e lanciato una famiglia ZenFone 5 interessante e concreta, a prezzi tutto sommato contenuti (vedi anche Zenfone 5Z). Ma il protagonista di oggi è il primo, modello di fascia media già recensito a fine aprile e adesso nuovamente sotto i riflettori per un nostro “aggiornamento” a sei mesi di distanza. Ho avuto la possibilità di utilizzarlo come smartphone principale rimanendo – a discapito delle aspettative iniziali – piacevolmente sorpreso.

Lo ammetto, fin da quando ho avuto la fortuna di poter mettere da parte dei soldi (grazie papà per le paghette passate) ho sempre acquistato il meglio che il mercato dei telefoni – nel tempo divenuti smartphone – potesse offrire. Non ho quindi offerto mai una possibilità ai cosiddetti mid-range, ormai capaci di colmare gran parte del gap con i top di gamma grazie alla tecnologia che avanza e prezzi più accessibili.

AL DAY-ONE CI ERA PIACIUTO, E ADESSO COME VA?

Prima di poter rispondere alla domanda, devo confessare che l’impatto con lo ZenFone 5 non è stato subito dei più dolci. Dopo diversi mesi di utilizzo di un OnePlus 5T – un ex top di gamma con l’ottimo Snapdragon 835 in variante 8GB di RAM – il passaggio ad una fascia inferiore l’ho sentito, seppur sia stato felice di accogliere un display leggermente più grande e scocca più curata in vetro.

  • Asus Zenfone 5 è disponibile online da Media World a 399 euro.
  • Asus Zenfone 5 è disponibile su a 302 euro.

(aggiornamento del 05 November 2018, ore 17:46)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti anche...