L’Antitrust Ue ha cominciato a raccogliere informazioni su Amazon

CONDIVIDI:

L’Antitrust Ue ha cominciato a raccogliere informazioni su Amazon

L’Antitrust europeo, guidato da Margrethe Vestager, ha cominciato a investigare su come Amazon usa i dati generati dai venditori di terze parti che costituiscono il Marketplace. La stessa Vestager ci tiene a precisare che non c’è ancora un’investigazione formale aperta, ma al suo orecchio è giunta voce che potrebbe esserci qualche irregolarità.

L’UE vuole capire quali dati Amazon raccoglie, e cosa se ne fa. Vestager spiega che va tutto bene se servono a migliorare il servizio offerto ai venditori del Marketplace; ma se sono usati a diretto vantaggio dell’azienda di Bezos – per esempio: prevedere quali saranno i trend di acquisto, capire meglio che annuncio pubblicitario mostrare a un utente, capire i meccanismi che spingono i clienti all’acquisto – potrebbe configurarsi un’infrazione. E sappiamo che di solito queste infrazioni costano care, vero Google?

L’Unione Europea sta ancora raccogliendo informazioni, anche attraverso dei questionari inviati ai diretti interessati, i venditori di terze parti. Per rendersi meglio conto di quanto sia acerba la situazione, si osservi che la notizia è arrivata in risposta a una domanda di un giornalista, alla fine di una conferenza stampa relativa a McDonald’s e alle tasse nel Lussemburgo.


Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Clicksmart a 389 euro oppure da Media World a 449 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

CONTINUA A LEGGERE

Potrebbero interessarti anche...