Apple rimuove molte VPN non autorizzate dall’App Store cinese

CONDIVIDI:

Apple rimuove molte VPN non autorizzate dall’App Store cinese

Abbiamo visto a inizio anno come la Cina abbia deciso di aumentare le attività di censura online nei confronti dei propri cittadini, obbligando gli sviluppatori di servizi VPN ad ottenere una certificazione ufficiale governativa. Le prime conseguenze di questa scelta si sono manifestate nel corso delle scorse ore, quando Apple ha rimosso molte delle app VPN dall’App Store locale. A segnalarlo sono stati gli sviluppatori di alcune delle VPN di maggior successo, tra cui ExpressVPN, VyprVPN e Star VPN, su Twitter. La lettera di notifica inviata da Apple recita:

Se per la gente locale questa ulteriore limitazione della libertà di espressione è preoccupante, gli stranieri che visitano il paese non dovrebbero subire contraccolpi importanti. VPN certificate ce ne sono ancora, per quanto la maggior parte siano governative, e anche quelle vietate funzionano se vengono installate dall’App Store di altre nazioni. D’altra parte al governo cinese interessa sorvegliare i propri cittadini, più che creare disagi a turisti e potenziali partner commerciali.

Ora, per gli utenti cinesi iOS la soluzione più pratica per aggirare il controllo statale è usare servizi VPN che non si basano esclusivamente sull’app mobile – per esempio, VyprVPN si può attivare da Web e configurare manualmente senza app. In alternativa si può ricorrere all’installazione di app VPN esterne all’App Store; una procedura non semplice da eseguire, visto che il sistema operativo di Cupertino non lo prevede in nome della sicurezza. Bisogna per forza rivolgersi al jailbreak.


Il piccolo della gamma Xperia con un grande cuore? Sony Xperia Z5 Compact è in offerta oggi su a 380 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

CONTINUA A LEGGERE

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com