Apple: $506 mln ad un’università per la violazione di un brevetto

CONDIVIDI:

Apple: $506 mln ad un’università per la violazione di un brevetto

Apple dovrà versare 506 milioni di dollari all’università Wisconsin-Madison, a causa della violazione di un brevetto detenuto dalla stessa. La cifra è stata stabilita dal giudice statunitense William Conley, il quale ha più che raddoppiato la multa inizialmente emessa, aggiungendo ben 272 milioni di dollari ai 234 previsti in precedenza.

Il brevetto in questione è stato depositato da un ramo dell’università, ovvero il Wisconsin Alumni Research Foundation, con il quale Apple si era già scontrata in tribunale, uscendone sconfitta nell’ottobre del 2015. Al centro della contestazione ci sarebbero alcune tecnologie adottate dalla casa di Cupertino all’interno di iPhone, legate al “Predictor Circuit” descritto nel brevetto del WARF. Questo permetterebbe di migliorare le prestazioni di un processore, attraverso un algoritmo in grado di prevedere le istruzioni che l’utente fornirà al sistema.

Il giudice Conley ha deciso di incrementare la sanzione a causa del fatto che Apple ha continuamente infranto il brevetto, almeno sino a dicembre 2016, ovvero la data in cui questo è scaduto. La società di Cupertino ha deciso di ricorrere in appello, dal momento che, già durante la sentenza del 2015, ha ritenuto che il brevetto in questione non fosse valido. La società non ha commentato ulteriormente la decisione del giudice Conley.


L’atipico che non delude in Italia? Meizu MX6 è in offerta oggi su a 215 euro oppure da Amazon a 275 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

CONTINUA A LEGGERE

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com