Windows 10 Fall Creators Update, le funzioni rimosse e deprecate

CONDIVIDI:

Windows 10 Fall Creators Update, le funzioni rimosse e deprecate

La versione 1709 di Windows 10, nota anche con il nome di Fall Creators Update, porterà tante nuove funzionalità ma, come sempre, ne toglierà anche alcune, per le motivazioni più disparate: mancato utilizzo, sostituto arrivato o in arrivo, integrazione in altre funzioni e così via. Nel corso del weekend Microsoft ha pubblicato l’elenco completo ed esaustivo, con la solita distinzione tra quelle che saranno rimosse e quelle che saranno deprecate (ovvero, che saranno ancora mantenute nel sistema ma non più sviluppate, per ragioni di retrocompatibilità).

Spicca in particolare la scelta di deprecare la sincronizzazione delle impostazioni (personalizzazione del desktop, colori di accento, posizione della taskbar…) tra un dispositivo Windows e l’altro usando il proprio account Microsoft; sarà sostituita in futuro con una soluzione diversa che sfrutta la stessa infrastruttura di Enterprise State Roaming in Azure Active Directory. Deprecato anche Paint, in favore di Paint 3D; non ci sono però indicazioni se in futuro sarà rimosso.

Persino gli screen saver si avviano finalmente verso il viale del tramonto. Saranno del tutto rimossi dagli attuali temi, e deprecati nei Criteri di gruppo e nel Pannello di controllo, in favore del Lock Screen.


L’atipico che non delude in Italia? Meizu MX6 è in offerta oggi su a 215 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

CONTINUA A LEGGERE

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.