HoloLens 2.0 avrà un coprocessore per l’intelligenza artificiale

CONDIVIDI:

HoloLens 2.0 avrà un coprocessore per l’intelligenza artificiale

La prossima versione di HoloLens è ancora piuttosto distante, secondo le indiscrezioni, ma Microsoft ha condiviso poche ore fa alcuni dettagli di una caratteristica molto importante del visore: includerà un coprocessore dedicato all’intelligenza artificiale. Sarà parte integrante della nuova HPU, ovvero Holographic Processing Unit; costantemente attivo, e permetterà di svolgere tutte le funzioni di una Deep Neural Network “in locale”, senza bisogno di appoggiarsi a server cloud esterni.

Il tempo risparmiato nel trasferimento dati da e verso il dispositivo garantirà performance superiori in diversi campi. In particolare, durante la conferenza CVPR 2017, Microsoft ha dimostrato un riconoscimento della mano dell’utente estremamente dettagliato: non solo tracciamento dei movimenti, ma capacità di riconoscere diverse parti, come falangi, punte delle dita e così via.

Ecco una dimostrazione nel video qui di seguito: è stato girato da uno spettatore, quindi la qualità è un po’ scarsa, però le parti salienti si capiscono molto bene. Da notare che il coprocessore non è ancora integrato in qualche prototipo avanzato di HoloLens: è ospitato in un PC.


Il compatto che non vuole arrendersi dalle ottime caratteristiche? Sony Xperia Z3 Compact è in offerta oggi su a 310 euro oppure da Amazon a 395 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

CONTINUA A LEGGERE

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com