Batterie degli smartphone cariche in pochi secondi, grazie al MXene

CONDIVIDI:

Batterie degli smartphone cariche in pochi secondi, grazie al MXene

La ricerca nel campo delle batterie si divide principalmente in due filoni: chi mira a realizzare quelle in grado di offrire una capacità sempre più elevata e chi invece punta a ridurre al minimo i tempi di ricarica.

All’interno di questa seconda categoria ricade una ricerca svolta dai ricercatori della Drexel University, i quali hanno trovato un sistema che permetterebbe di ricaricare una batteria tradizionale (o quasi!) in appena pochi secondi. Questo potrebbe essere possibile grazie ad un nanomateriale chiamato MXene. Grazie al suo spessore estremamente ridotto, motivo per cui la sua struttura viene definita quasi 2D, è possibile creare una sorta di “sandwich” composto da lamine di Mxene e un particolare idro-gel.

La struttura ottenuta mantiene un’elevata conduttività e permette agli ioni di muoversi liberamente al suo interno durante il processo di ricarica della batteria. Stando ai test di laboratorio, gli elettrodi di MXene sono in grado di caricarsi nell’arco di qualche decina di millisecondo, portando a tempi di ricarica stimabili in pochi secondi, per la batteria di uno smartphone, o alcuni minuti, nel caso di quella di una macchina elettrica.


Bordi Edge e potenza ma con risparmio garantito? Samsung Galaxy S6 edge è in offerta oggi su a 299 euro oppure da Amazon a 399 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

CONTINUA A LEGGERE

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com