Un cuore artificiale funzionante ricreato con la stampa 3D

CONDIVIDI:

Un cuore artificiale funzionante ricreato con la stampa 3D

Ciò che qualche anno fa sarebbe potuto sembrare fantascienza, ora con le tecniche avanzate di stampa 3D potrebbe presto diventare realtà. I ricercatori del Politecnico federale di Zurigo, sono riusciti a ricreare un cuore artificiale funzionante, che potrebbe in futuro essere utilizzato per le situazioni di emergenza, ma anche come organo temporaneo per le persone in attesa di trapianto.

Per realizzare questa versione in silicone, è stata nello specifico utilizzata una stampa 3D con tecnica della fusione a cera persa. Secondo quanto affermato dai ricercatori, trattandosi di una struttura unica e solida non dovrebbe risentire dei svantaggi tipici associati a pompe costituite da elementi plastici e metallici, più suscettibili a complicazioni, inoltre la forma e le dimensioni non sono molto dissimili da quelle di un cuore vero.

Per rendere le contrazioni ed i battiti funzionali in tutto e per tutto, i due ventricoli sono stati separati da una camera supplementare in grado di essere gonfiata e sgonfiata mediante aria compressa. Non si tratta, naturalmente, di un cuore in grado di prendere il posto di uno vero a lungo termine, ma è un ottimo punto di partenza, verso una tecnologia molto promettente.


Una scelta vincente sotto i 200€? Wiko Fever, compralo al miglior prezzo da Unieuro a 158 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

CONTINUA A LEGGERE

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com