OPPO e Vivo, negozi distrutti a Pune (India) per le tensioni con la Cina

CONDIVIDI:

OPPO e Vivo, negozi distrutti a Pune (India) per le tensioni con la Cina

Abbiamo citato in varie occasioni OPPO e Vivo, indicandoli come le aziende che hanno registrato i tassi di crescita più elevati tra i produttori di smartphone asiatici. Si tratta di brand molto apprezzati in patria e che trovano nel mercato indiano una naturale valvola di sfogo dei propri canali di esportazione.

Commercializzare terminali nel popoloso continente asiatico potrebbe però essere complicato dalle tensioni esistenti tra le due nazioni. Un preoccupante segnale è stato dato nella settimana che volge al termine: alcune persone non identificate hanno distrutto i negozi di OPPO e Vivo presso Pune, la seconda città dello stato di Maharashtra, nell’India centro occidentale.

Le ragioni che hanno determinato i gesti vandalici sono da ricondurre alla volontà di supportare l’esercito indiano schierate lungo il confine con la Cina, sfogando il malcontento contro due brand che ben la rappresentano. Per contestualizzare la notizia, si ricorda che a partire dalla febbraio scorso, l’India sta rafforzando le difese al confine con la Cina, costruendo una serie di strutture fortificate. Si è trattato di un’azione difensiva che non conosceva precedenti sin dalla guerra sino-indiana del 1962. Pechino rivendica lo Stato indiano dell’Arunchal Pradesh.


Due fotocamere sono meglio di una, meglio Plus? Huawei P9 Plus, in offerta oggi da Averlo MarketPlace a 409 euro oppure da Media World a 499 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

CONTINUA A LEGGERE

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com