Microsoft vuole ridurre i furti di laptop usando le tecniche degli smartphone

CONDIVIDI:

Microsoft vuole ridurre i furti di laptop usando le tecniche degli smartphone

Gli smartphone sono un obiettivo sempre meno allettante per i ladruncoli. Non solo sono più facili da rintracciare grazie a GPS e funzioni software apposite, ma si possono bloccare e resettare da remoto, in modo da essere difficili da rivendere – se non smontati come pezzi di ricambio. Meglio rivolgersi ai computer portatili, che queste protezioni non le hanno… almeno per ora.

A Microsoft è stato recentemente accordato un brevetto che, se implementato, renderebbe un PC portatile tanto ostico per un ladro quanto uno smartphone. Naturalmente il problema principale è come inviare il segnale di blocco totale al PC se questo non è connesso in Rete; ma ricordiamo che presto arriveranno PC sempre connessi con SoC Qualcomm Snapdragon 835, che è dotato anche di un modem cellulare standard. Sfruttando lo stesso principio delle “chiamate di emergenza” il segnale potrebbe essere inviato a un PC anche senza connettività di rete attiva e perfino senza una SIM fisicamente presente.

QUESTO è il brevetto nella sua forma completa; naturalmente è difficile capire se e quando verrà effettivamente implementato. Ma sembra un’innovazione piuttosto plausibile.


Il più piccolo top gamma 2016 che accontenta tutti? Samsung Galaxy S7, in offerta oggi da Infotel Italia a 350 euro oppure da ePRICE a 435 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Siete nel business dei furti di laptop? Microsoft intende rendervi la vita molto più difficile ispirandosi agli smartphone.HDblog.it

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com