Microsoft, provare ad hackerarla è una cattiva idea. Arrestati due ventenni

CONDIVIDI:

Microsoft, provare ad hackerarla è una cattiva idea. Arrestati due ventenni

Le manette sono scattate ieri per due ventenni britannici, accusati di aver compiuto ripetuti tentativi di violazione della rete di Microsoft, tra gennaio e marzo di quest’anno. Si tratta di un 22enne di Sleaford e di un 25enn di Bracknell, le cui identità non sono state rivelate; entrambi sono ritenuti colpevoli di aver violato la normativa inglese che sanziona l’accesso non autorizzato ai sistemi informatici. Le autorità di polizia sottolineano che i due ragazzi, potrebbero far parte di un gruppo più esteso impegnato a violare i sistemi di sicurezza delle grandi società per entrare in possesso dei dati degli utenti.

Per portare a termine le indagini, che hanno consentito di individuare anche alcuni dispositivi utilizzati per provare a mettere a segno gli attacchi, gli investigatori dell’unità Serocu (South East Regional Organised Crime Unit) hanno collaborato con la National Cyber Crime Unit della NCA britannica, l’Europol, l’FBI e la stessa Microsoft. I dirigenti della Serocu fanno espressamente riferimento a tentativi di intrusione, confermando che i responsabili non sono entrati in possesso di dati personali degli utenti:

Dopo aver parlato con Microsoft, possiamo confermare che non hanno avuto accesso alle informazioni dei clienti. E’ ancora troppo presto per ipotizzare a quali informazioni hanno avuto accesso.


Modularità è la vostra meta? LG G5 è in offerta oggi su a 284 euro oppure da Amazon a 459 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Arrestati nel Regno Unito due ventenni per i ripetuti tentativi di violazione dei sistemi informatici di Microsoft.HDblog.it

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.