Google insegna all'AI come individuare in tempo la cecità da diabete

CONDIVIDI:

Sappiamo che Google crede molto nell’impiego dell’intelligenza artificiale nel campo medico. Pochi giorni fa abbiamo riportato l’alleanza della divisione DeepMind con il servizio sanitario inglese, ma l’impegno non si ferma qui. Sul proprio blog dedicato alla ricerca, Google ha annunciato di aver rivolto le proprie attenzioni alla cecità causata dal diabete.

Il diabete è la causa di cecità maggiormente in crescita nel mondo. La retinopatia diabetica si può curare e prevenire se individuata in tempo, ma i medici in grado di farlo non si trovano in ogni parte del mondo; ecco dove entra in gioco l’intelligenza artificiale.

I primi sintomi di retinopatia diabetica si scorgono analizzando le foto della retina del paziente. L’algoritmo sviluppato da Google, i cui dettagli sono stati pubblicati su JAMA Network, è in grado di riconoscerli autonomamente, senza bisogno della presenza/assistenza di un medico; Google ha lavorato a stretto contatto con dottori sia in India sia negli Stati Uniti, e ha addestrato l’intelligenza artificiale con 128.000 immagini in cui erano state evidenziate le aree danneggiate della retina. Quando testata sul campo, con 12.000 immagini, l’intelligenza artificiale ha restituito diagnosi analoghe a quelle degli oculisti.


Il più piccolo e potente iPhone di sempre? Apple iPhone SE, in offerta oggi da Puntocomshop a 380 euro oppure da Trony a 469 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Specify Facebook App ID and Secret in Super Socializer > Social Login section in admin panel for Facebook Login to work

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.