Wiko Ufeel Prime: scocca in alluminio ed una buona autonomia | Recensione

CONDIVIDI:

Wiko ci ha da sempre abituato a degli smartphone caratterizzati da un ottimo rapporto tra prezzo e qualità, cosa che gli ha permesso di ritagliarsi nel corso degli ultimi anni un’importante fetta di mercato anche in Italia. Tuttavia, con questo suo nuovo Ufeel Prime annunciato all’inizio del mese di Settembre all’IFA di Berlino, credo che il produttore francese abbia fatto un piccolo passo indietro.

Hardware, Materiali ed Ergonomia

Ufeel Prime è stato realizzato con materiali di qualità. La scocca è interamente in alluminio ed è leggermente arrotondata sui bordi per offrire una presa migliore anche se i suoi 150 grammi si fanno un po’ sentire. Non mi ha particolarmente colpito il design. Anche il vetro che protegge la parte anteriore è lievemente curvato sui bordi.

Lateralmente ci sono i tasti per la regolazione del volume, il tasto di accensione ed il cassettino estraibile che può ospitare due SIM in formato nano oppure, alternativamente, una SIM ed una microSD che permette di espandere i 32GB di memoria integrata. Sulla parte inferiore ci sono lo speaker di sistema, il microfono principale e la porta microUSB con supporto OTG. Sulla parte superiore è posizionato unicamente il jack audio da 3.5mm.


Spendere poco per avere tanto? Huawei P9 Lite, compralo al miglior prezzo da Amazon a 229 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com