Delphi e Mobileye useranno chip Intel per le auto a guida autonoma

CONDIVIDI:

Il produttore britannico di componenti per automobili Delphi e la società israeliana Mobileye hanno annunciato che il cuore del loro sistema di guida autonoma per automobili, sviluppato in partnership e programmato per il rilascio nel 2019, sarà costituito da chip Intel. È una vittoria importante in questo segmento per il chipmaker, che gli permetterà di recuperare terreno sui concorrenti, tra cui Nvidia e Qualcomm.

Il ambizioso delle società è di fornire un sistema di guida autonoma che si possa installare su svariate tipologie di automobile. Il sistema occuperà il livello 4 della scala di autonomia definita dalla Society of Automotive Engineers. Ciò significa che l’auto sarà in grado di guidarsi da sola in quasi qualsiasi condizione, eccezion fatta per situazioni meteo critiche, ma solo in determinate aree prestabilite. Maggiori dettagli sul sistema QUI.

La potenza richiesta da questo sistema sarà molto elevata. Inizialmente Delphi e Mobileye, nota specialmente per la collaborazione con Tesla in merito alla realizzazione dell’Autopilot (da cui si è distaccata con alcune polemiche quest’estate), sfrutteranno dei Core i7 (modello non specificato), ma più avanti arriverà un processore ancora più potente e realizzato ad hoc, le cui specifiche sono al momento ignote. Ne sapremo di più a breve: secondo una portavoce di Intel stessa, il processore sarà presentato nelle prossime settimane.


Il più piccolo top gamma 2016 che accontenta tutti? Samsung Galaxy S7 è in offerta oggi su a 449 euro oppure da Amazon a 515 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.